Mariateresa Di Terlizzi

Il Cerchio Cromatico di Itten nella Comunicazione Visiva

Corporate Identity 3

Il mondo del colore è vasto e affascinante, e uno strumento che si distingue per la sua utilità nel comprendere le relazioni cromatiche è il cerchio di Itten. Questa creazione ha rivoluzionato il modo in cui interpretiamo e applichiamo il colore nella comunicazione visiva.

Origini e Influenze

Robert Delaunay

Johannes Itten, ispirato dal lavoro di artisti come Robert Delaunay, si immerse nello studio approfondito dei colori. Delaunay aveva introdotto l’idea di contrasti cromatici simultanei, in cui due colori accostati si influenzano reciprocamente. Itten prese questa concezione e la sviluppò ulteriormente, creando una classificazione dei colori basata sulla loro miscibilità e caratteristiche.

Johannes Itten definì il cerchio cromatico nel 1919. Lo scopo principale di Itten era fornire un sistema organizzato per comprendere le relazioni tra i colori e per applicare queste conoscenze nell’arte e nel design. Itten, un pittore e designer svizzero, insegnò presso la Scuola di Bauhaus, un’importante istituzione di arte e design, dove sviluppò il suo approccio al colore.

Il cerchio cromatico di Itten fu creato come strumento educativo e teorico per gli studenti di Bauhaus. La sua intenzione era fornire una guida pratica per comprendere la teoria del colore e applicarla in modo creativo nelle arti visive, nel design e nella comunicazione. La struttura del cerchio cromatico di Itten, con i suoi colori primari, secondari e terziari, fornisce un modo intuitivo di esplorare le relazioni cromatiche e ha avuto un impatto duraturo nel mondo dell’arte e del design.

Johannes Itten

Johannes-Itten il cerchio cromatico

Come è strutturato il cerchio di Itten?

Il cerchio di Itten è un capolavoro di organizzazione cromatica. Si compone di tre livelli concentrici, ognuno con un significato preciso:

  • Triangolo Centrale. Al centro, c’è un triangolo equilatero che contiene i tre colori primari: il rosso, il giallo e il blu. Questi sono i colori fondamentali, che non si possono ottenere mescolando altri colori, ma che servono per creare tutti gli altri.
  • Esagono Intermedio. Intorno al triangolo, c’è un esagono che contiene i sei colori secondari: il verde, l’arancione e il viola, che si ottengono mescolando due colori primari; e il rosso-arancio, il giallo-verde e il blu-viola, che si ottengono mescolando un colore primario con un colore secondario adiacente.
  • Cerchio Esterno. Nella parte più esterna, c’è un cerchio che contiene i dodici colori terziari: il rosso-viola, il rosso-arancio, il arancione-giallo, il giallo-verde, il verde-blu e il blu-viola, che si ottengono mescolando un colore primario con un colore secondario non adiacente; e il rosso-arancio-giallo, il arancione-giallo-verde, il giallo-verde-blu, il verde-blu-viola, il blu-viola-rosso e il viola-rosso-arancio, che si ottengono mescolando tre colori primari in proporzioni diverse.

Ogni colore ha una sua posizione precisa nel cerchio, che dipende dalla sua tonalità, cioè dal grado di purezza o di saturazione, e dalla sua luminosità, cioè dal grado di chiarezza o di oscurità. Inoltre, ogni colore ha un suo opposto, detto complementare, che si trova diametralmente opposto nel cerchio. I colori complementari sono quelli che, mescolati insieme, danno origine al grigio neutro.

il cerchio cromatico - Johannes Itten
il cerchio cromatico - Johannes Itten - scala dei colori

Applicazioni Pratiche del Cerchio di Itten nella Comunicazione d'Impresa.

Come abbinare i colori

Il cerchio di Itten è uno strumento prezioso per scegliere abbinamenti cromatici efficaci. Le regole classiche di abbinamento, come monocromatico, analogo, complementare, triadico e tetradico, offrono un orientamento per creare atmosfere specifiche nei materiali di comunicazione aziendale.

Abbinamenti Cromatici

  • Abbinamento monocromatico: si sceglie un solo colore e si usano le sue varie sfumature, ottenute aggiungendo bianco, nero o grigio. Questo tipo di abbinamento crea un’atmosfera uniforme e tranquilla, ma può risultare monotono se non si gioca con le texture e le forme.
  • Abbinamento analogo: si scelgono due o tre colori vicini nel cerchio, che hanno una tonalità simile. Questo tipo di abbinamento crea un’atmosfera armoniosa e gradevole, ma può risultare poco vivace se non si introduce un tocco di contrasto.
  • Abbinamento complementare: si scelgono due colori opposti nel cerchio, che hanno una tonalità contrastante. Questo tipo di abbinamento crea un’atmosfera dinamica e stimolante, ma può risultare troppo aggressivo se non si bilancia con dei colori neutri.
  • Abbinamento triadico: si scelgono tre colori equidistanti nel cerchio, che formano un triangolo. Questo tipo di abbinamento crea un’atmosfera equilibrata e varia, ma può risultare troppo confusa se non si usa un colore dominante e gli altri come accenti.
  • Abbinamento tetradico: si scelgono quattro colori equidistanti nel cerchio, che formano un quadrato o un rettangolo. Questo tipo di abbinamento crea un’atmosfera ricca e complessa, ma può risultare troppo caotica se non si segue una gerarchia tra i colori.

il cerchio cromatico - teoria del colore schema

Quali effetti producono i colori?

Influenza Emotiva dei Colori

Oltre alla loro posizione nel cerchio, i colori hanno anche una loro temperatura, cioè la capacità di trasmettere una sensazione di calore o di freddo. In generale,

  • I colori caldi sono quelli che vanno dal rosso al giallo. I colori caldi tendono a dare un’idea di energia, vitalità, passione, allegria, mentre
  • I colori freddi sono quelli che vanno dal blu al verde. I colori freddi tendono a dare un’idea di calma, relax, serenità, tristezza.
  • I colori neutri sono quelli che si trovano tra il caldo e il freddo, come il viola o il grigio. I colori neutri tendono a dare un’idea di eleganza, sobrietà, neutralità, indifferenza.

Ovviamente, questi effetti non sono assoluti, ma dipendono anche dal contesto, dalla cultura, dalle preferenze personali e dalle emozioni di chi guarda. Inoltre, i colori possono variare la loro temperatura a seconda della quantità di bianco, nero o grigio che contengono, o della luce che li colpisce.

Applicazione nei Materiali di Marketing

La corretta applicazione del cerchio cromatico di Itten nei materiali di marketing rappresenta una tattica intelligente per comunicare in modo efficace, catturare l’attenzione del pubblico e influenzare le percezioni del marchio. Esploriamo più approfonditamente come questo strumento può essere sfruttato per creare impatto visivo nei diversi canali di marketing.

1. Dinamismo e Palette Complementare

Se un marchio mira a trasmettere dinamismo, vitalità ed energia attraverso i suoi materiali di marketing, l’adozione di una palette complementare può essere una scelta strategica. Questa consiste nell’accostare colori opposti nel cerchio di Itten. Ad esempio, una combinazione di rosso e verde o giallo e viola crea contrasti visivi forti, attirando l’occhio e trasmettendo una sensazione di movimento.

Nel design di un sito web o di una campagna pubblicitaria, l’uso di una palette complementare può essere sfruttato per evidenziare elementi chiave come call-to-action, promozioni o messaggi cruciali. L’effetto visivo risultante cattura l’attenzione degli utenti in modo immediato, creando un impatto memorabile.

2. Tranquillità e Tonalità Analoghe o Monocromatiche

D’altra parte, un’azienda che vuole comunicare tranquillità, equilibrio e serenità potrebbe preferire tonalità analoghe o monocromatiche. Le tonalità analoghe sono colori vicini nel cerchio di Itten, mentre l’approccio monocromatico implica l’uso di varie sfumature di un singolo colore.

Questo approccio è particolarmente efficace nella progettazione di brochure o materiali promozionali in cui si desidera creare un’esperienza visiva armoniosa e rilassante. Ad esempio, un’azienda che commercializza prodotti legati al benessere o alla meditazione potrebbe optare per una palette di blu e verde, trasmettendo una sensazione di calma e pace.

3. Coerenza Visiva attraverso i Canali di Marketing

Un aspetto fondamentale nella creazione di materiali di marketing è mantenere una coerenza visiva attraverso i diversi canali. Utilizzare il cerchio di Itten come guida per la selezione dei colori assicura che il marchio mantenga un aspetto uniforme, riconoscibile e memorabile, indipendentemente dal canale di comunicazione.

Selezionare una palette di colori basata sulle relazioni armoniche del cerchio di Itten contribuisce a costruire una identità visiva forte per il marchio. Questo si riflette positivamente sulla percezione del marchio da parte del pubblico, creando un legame visivo tra i diversi materiali promozionali e i punti di contatto con il cliente.

4. Adattamento alle Preferenze del Pubblico e alle Tendenze di Design

È importante considerare le preferenze del pubblico di destinazione e le attuali tendenze di design nella scelta della palette di colori. L’uso del cerchio di Itten fornisce una base solida, ma è altrettanto cruciale adattarsi al contesto e alle aspettative del pubblico.

Monitorare le tendenze di design e comprendere le preferenze del target consente al marchio di rimanere rilevante e di mantenere un aspetto fresco e moderno nei suoi materiali di marketing.

Conclusioni

In sintesi, il cerchio cromatico di Itten è un alleato potente nella cassetta degli attrezzi di ogni professionista della comunicazione visiva. La sua struttura intelligente offre non solo una guida per gli abbinamenti cromatici ma anche una comprensione più profonda delle dinamiche emotive del colore. Integrare queste conoscenze nella tua pratica di consulente in comunicazione strategica e graphic designer può portare a risultati visivi straordinari e impattanti. La creatività incontra la scienza del colore nel cerchio di Itten, aprendo nuovi orizzonti nella progettazione visiva e nella comunicazione d’impresa.

Corporate Identity

Migliora l'aspetto visivo del tuo brand

Rivoluziona la tua Corporate Identity con una palette di colori studiata su misura per comunicare la tua storia, valori e personalità aziendale. Chiedi una consulenza gratuita!

Guarda la pagina relativa al nostro servizio di Corporate Identity.